Pantone: Un mondo a colori

Il colore è un fenomeno percettivo. È associato all’idea che noi abbiamo di un oggetto ed è legato ad esso.Definire precisamente un colore è  un’impresa spesso complicata! Ognuno di noi ha infatti dei propri riferimenti cromatici e una personale interpretazione dei colori. Anche l’ambiente che ci circonda influenza la nostra percezione e quel bel vestito appena acquistato ci appare diverso a casa rispetto a quando lo abbiamo provato sotto i faretti del negozio.Nella quotidianità può essere un fattore non rilevante.Il discorso,però,cambia se lo utilizziamo in ambito industriale.

Per gli art director e designer, per i grafici, per chi si occupa di arredamento, di editoria è  necessario identificare con la massima precisione un colore, per evitare di incorrere in errori di produzione o riproduzione. Gli errori e le incomprensioni in fase produttiva comportano costi  in termini monetari, di tempi e di risorse e occorre quindi un chiaro riferimento comune, valutato a monte. 

Pantone nasce proprio per rispondere a questa esigenza, fornendo un riferimento che consente di comunicare i requisiti cromatici esatti in un linguaggio riconosciuto in tutto il mondo

Lo sapevi che: è nel  1814 che è stata ideata dal mineralogista tedesco Abraham Gottlob Werner la  prima classificazione dei colori,denominata  “La Nomenclatura dei colori

In questo “manuale “i colori  erano descritti minuziosamente, con dettagli che spiegavano dove poter trovare in natura quella specifica sfumatura. In poco tempo, il libro divenne un vademecum all’uso dei colori nelle descrizioni per artisti, scienziati e naturalisti.

Pantone:  Azienda Americana

Agli inizi degli anni ’60 Pantone era una tipografia del New Jersey, specializzata in cartelle colori per l’industria cosmetica, della moda e medica.Lawrence Herbert, un chimico che lavorava per l’azienda, notò quanto fosse difficile capirsi tra designer, agenzie di comunicazione e tipografi, quando si parlava di colore.Questa incomprensione creava errori di stampa ed inefficienza nelle ristampe.Herbert sapeva che doveva esserci un modo migliore per fare le cose.

Nel 1962 Herbert rileva l’azienda e un anno dopo, nel 1963, crea la prima guida Pantone con 10 colori, specificando la formula esatta dell’inchiostro per ogni tonalità. Con gli anni Pantone è diventato uno standard nell’ambito della stampa. Standard che consente a grafici, designer, architetti, decoratori di parlare la stessa lingua, grazie alla quale è possibile indicare un rosso con la sicurezza che tutti stiano guardando lo stesso rosso.

L’azienda dal 2000 sceglie anche quale sarà il colore dell’anno che condizionerà la moda.La scelta del colore dell’anno è frutto di un’attenta valutazione e dell’analisi delle tendenze. Ogni anno gli esperti del Pantone Color Institute perlustrano ogni angolo della terra alla ricerca delle nuove influenze in fatto di colore partendo dal mondo dello spettacolo e della produzione cinematografica, alle collezioni d’arte itineranti e i nuovi artisti, alla moda,a tutte le sfere del design, alle mete turistiche più gettonate, così come ai nuovi stili di vita.

Il 2020 è… blu. Anzi, Classic Blue 19-4052

 L’azienda lo ha definito un «blu senza tempo, elegante nella sua semplicità», un colore “rassicurante” che ricorda il cielo al tramonto, “confortante e riconoscibile”.

IL VOCABOLARIO DEI COLORI

Le mazzette Pantone si sfogliano come un vocabolario composto da circa 5000 colori, distinti in due macro-categorie:

  • Il sistema PMS (Pantone Matching System) con i suoi  2.678 colori  brevettato per i colori utilizzati nelle arti grafiche.
  • ll sistema Pantone FHI (Fashion, Home + Interiors), con i suoi 2.310 colori, è invece leader mondiale nell’ambito degli standard di colore per i settori della moda e dell’industria.

I codici permettono di trasmettere informazioni fedeli sui colori in qualsiasi lingua, in qualsiasi parte del mondo.

I codici Pantone sono divisi in due parti distinte: la prima può essere numerica o in lettere e con esse indica la famiglia di appartenenza del colore (blu, rosso, giallo, eccetera); la seconda va a indicare la gradazione specifica del colore.

Non si utilizza il dosaggio di colori base per creare una certa tonalità, come avviene nella quadricromia, ma una vernice specifica per ogni colore, che può essere definita“tinta piatta” ossia un inchiostro già pronto, esattamente della tonalità richiesta ed individuata dal codice. Questo sistema permette di avere una corrispondenza perfetta nella resa cromatica, con una precisione spesso superiore ai sistemi di stampa CMYK, (ciano,magenta,giallo,nero) evitando qualsiasi margine di errore nel risultato finale.

I Colori Pantone sono creati sulla base di vernici, e non nascono dunque sullo schermo. Pertanto, anche la tipologia di carta su cui si stende l’inchiostro influisce sulla resa della tinta.

Per ottenere risultati perfetti, segui questa semplice classificazione:

  • Coated:per la carta patinata lucida e opaca, identificato  dalla lettera C
  • Uncoated:per la carta non patinata, identificato dalla lettera U

Lo sapevi che:  A Bruxelles esiste un intero Hotel Pantone, un albergo dall’architettura essenziale in cui i colori dominano su tutto. Giunti nella hall, i clienti sono invitati a scegliere la propria camera su una mazzetta di colori Pantone.Una preferenza da non esprimere a cuor leggero: la stanza assegnata richiamerà in tutto e per tutto, anche nelle tazzine e nella carta igienica, la tonalità scelta.Non vi sono dubbi: viviamo in un mondo a colori. Tutti rigorosamente Pantone.

Su Pantone e le sue palette c’è tanto ancora da dire, conosci la Makersvalley ,segui il nostro blog!

L’azzurro Serenity: una sfumatura delicata e super rilassante di blu.

Per me l’azzurro SERENITY è una tinta delicata e soave con la quale realizzare dei look glamour e inaspettati e insieme al Rose quartz(colori scelti questa primavera estate 2016 da Pantone),p…

Sorgente: L’azzurro Serenity: una sfumatura delicata e super rilassante di blu.

L’azzurro Serenity: una sfumatura delicata e super rilassante di blu.

Per me l’azzurro SERENITY è una tinta delicata e soave con la quale realizzare dei look glamour e inaspettati e insieme al Rose quartz(colori scelti questa primavera estate 2016 da Pantone),porteranno una ventata di dolcezza alla moda e alla bellezza.Visti i tempi incerti,la paura di un futuro che ci obbliga sempre a stare in guardia e a guardarci le spalle, Pantone ha interpretato così il bisogno di serenità e benessere globale.AspettandoTempi Migliori.

1455550932_pantone-2016-430x485

 

I consumatori cercano la consapevolezza e il benessere come antidoto a tutti gli stress quotidiani” – spiega Leatrice Eiseman Direttore Esecutivo del Pantone Color Institute –  “Messi insieme, rosa quarzo e blu serenità, dimostrano un equilibrio intrinseco tra l’abbraccio più caldo del rosa e la fredda tranquillità del blu. Collegati insieme riflettono benessere e, al tempo stesso, un senso di calma e di pace.

E la moda ha saputo ben esprimere queste sensazioni,sia nel campo dell’abbigliamento che negli accessori.

L’azzurro Serenity è un colore pastello, e su questo nessuno può affermare il contrario. Questo lo rende adatto per l’accostamento ad altre nuance dello stesso genere come lo stesso Rosa Quarzo,il verde prato,il lilla ma anche il giallo pastello e il marrone chiaro.

Liu-Jo-primavera-estate-2016

Anche le tendenze moda degli accessori sembrano accarezzare questa nuace abbinandola a fantasie floreali,righe e pois.Qui di seguito elenco alcuni must have della moda primavera estate 2016

camomilla-borse-ss11-5

vogliamo parlare del Make up…fantastico il colore serenity!Tendenza-colore-make-up-2016

Io, credetemi,mi sono innamorata di queste due tonalità di colori:Quando sono in giro e guardo le vetrine dei negozi che espongono queste nuance mi sento felice,positiva e serena.L’invito a tutti è di “rallentare”, contrapporre il benessere psicofisico alle continue sollecitazioni quotidiane, lasciarsi andare all’equilibrio e all’eleganza del rosa e trovare in se stessi l’ordine e la pace dell’azzurro pallido.

Un bacio a tutti!

Rose Quartz è il colore moda della primavera 2016 secondo Pantone!

L’azienda statunitense specializzata in catalogazione e classificazione del colore, ha decretato le nuove tendenze per il prossimo anno, e senza ombra di dubbio, il Rose Quartz è il colore moda della primavera 2016 secondo Pantone.

… e sembra già essere stato accolto bene da tutte le donne. È una tinta molto femminile ma anche una sfumatura molto fredda, che dona bene a chi ha la carnagione chiara o scura. È una tinta che accontenta un po’ tutte e che si coordina anche molto facilmente, visto che si accosta bene con nuance fredde o calde, sobrie o più briose e intense.Schermata-03-2456360-alle-18.13.37

 

 

In questa bella stagione, assistiamo a un grande ritorno fashion, ovvero lo stile bon ton, che figura tra le nuove tendenze moda della primavera 2016 e il colore Rose Quartz è quello che meglio lo  rappresenta.

Anche i grandi stilisti delle maison di tutto il mondo stanno guardando al passato, preferendo creazioni dal tocco più leggero ed elegante. Insomma, tutto sta volgendo anche in questa direzione più raffinata, sobria e molto femminile.

Le collezioni di abbigliamento e quelle di accessori accolgono tra i loro protagonisti diversi articoli dall’ispirazione retrò, novità glamour di cui questa estate non si può proprio fare a meno.

abito-bon-ton-asosUna voglia e un’esigenza di recupero del passato, nel mondo del dopoguerra pieno di ottimismo verso il futuro e ricche prospettive di crescita e felicità? Chissà se la scelta di quest’anno è un auspicio in questo senso. Di sicuro, in frangenti come quello attuale, abbiamo tutti bisogno di speranza.abito-rosa-cipria-warehousecappello-ferruccio-vecchi_130680. Il fil rouge è quello della cromoterapia, come se la moda ci stesse suggerendo e avesse bisogno essa stessa di pace e tranquillità. Quali colori possono quindi racchiudere al meglio l’armonia e la calma zen dei toni pastello  tra i quali il rose quartz.gonna-rosa-chiaro-asosNel guardaroba quindi fate spazio a gonne svolazzanti, camicie, abitini leggeri color pastello e giacche effetto raso. clutch-rosa-ottaviani_130688.Anche gli accessori hanno un ruolo fondamentale, e questo ormai dovreste saperlo bene. Ad ogni modo, portare sempre con voi una morbida borsa, mentre per la sera preferite creazioni in raso, magari anche gioiello, da portare a mano o a spalla.

lace-up-shoes-isabel-marant_130477Chi pensa che il Rose Quartz  sia noioso si sbaglia di grosso: un’estate declinata nelle tinte pastello non per forza significa monotonia. Lo  stesso rose quartz  infatti può presentare sfumature anche molto diverse tra loro: il resto, lo fanno poi i tessuti e i tagli, più romantici o minimal.

Fate spazio, dunque, al rosa con questa tinta riuscirete a rendere i vostri outfit decisamente più eleganti e unici. Sarete perfette e in linea con questa nuova tendenza moda primavera 2016.

Un bacio a tutti voi e al prossimo appuntamento con un altro colore tendenza della primavera 2016  che è il serenity, ovvero un baby blue molto leggero, che ricorda il cielo chiaro d’estate. Continua a leggere

abiti uomo sartoriali:nuove tendenze

c700x42010922714_369062629933033_4711512217830895099_ncrimi-gazzetta10470787_369063069932989_3239489270464372899_nBlueSportsCoat_Main_resized_largeSulle passerelle maschili della Milano Fashion Week ne abbiamo viste davvero tante ed è vero, ci si veste sempre più casual, ma il mondo della moda maschile è fatto anche di professionisti che cercano delle certezze nel loro guardaroba e nello stesso tempo una cura sempre maggiore nei dettagli.

Come accade per le donne, anche gli uomini sono ossessionati dal sapere quale sarà i colore di moda della stagione. Siete fortunati amici, perché il 2016 è all’insegna del Blue Royal, un colore che veste praticamente tutte le taglie e altezze e si adatta sia su tagli eleganti che sportivi.

 

In questi anni siamo stati abituati a tagli di giacche e pantaloni, sempre più fitted, attillati, ma in realtà la giacca di un uomo dovrebbe semplicemente seguire il corpo

Anche per quanto riguarda il pantalone ci siamo abituati a tagli sempre più fascianti ma in realtà il pantalone ideale dovrebbe sempre accompagnare la gamba, mai aderire, né tantomeno lasciare troppo spazio nel movimento.Se si amano i pantaloni con il risvolto, che sia di 4 cm, altrimenti per non sbagliare si usa il taglio all’inglese quindi dritto.

Dunque signori, qui ci sono tutte le coordinate di stile, adesso tocca a voi distinguervi e creare il vostro “outfit su misura”,e se vi serve un consiglio sartoriale vi indirizzo a questo sito,specializzato in abiti sartoriali!

http://babilonia-napoli.com/

Morbida è la vita

Per definizione Curvy Dice (il vocabolario) che significa ‘distinto da un’armoniosa pienezza di contorni’. Pienezza, dunque. Ma armoniosa.

Perché, amiche mie, la prima regola per accettarsi, valorizzarsi, enfatizzare i propri punti forti e capire come trovare il proprio spazio, è staccarsi da questi meccanismi e riconoscere la propria unicità, piuttosto che cercare disperatamente di ‘fare numero’ o rientrare in una statistica.

E ormai le aziende di moda sembrano aver iniziato a capirlo!

Barandi COLLECTION 

Con i suoi capi fa sì che la donna Curvy si possa sentire sicura di quello che è.E basta. Senza mettersi continuamente in competizione con chi capita a tiro